Logo_SHG
Booking - it
ARRIVO
PARTENZA
CAMERE
ADULTI
BAMBINI
Promo code
MENDRISIO
Settembre 4, 2017
Show all

Museo archeologico “Lavinium”

MUSEO ARCHEOLOGICO "LAVINIUM"

Il Museo archeologico "Lavinium" si trovanei pressi dell’omonimo borgo situato a Pratica di Mare. Nato nel 2005 come mostra permanente dal titolo “Hic Domus Aeneae”, il museo raccoglie una parte dei numerosi reperti provenienti dagli scavi dell'antica città di Lavinium, la città sacra dei Latini.

Suddiviso in 5 sale tematiche (Tritonia Virgo, Mundus Muliebris, Hic Domus Aeneae, Civitas Religiosa ed Aeneas Indiges), il Museo archeologico "Lavinium" custodisce preziosssimi reperti databili tra il X sec. a.C. e l'età romana.

Tra i suoi tesori, spiccano la statua di Minerva e le grandi statue votive in terracotta, prevalentemente femminili, provenienti dal santuario della dea frequentato dall'aristocrazia lavinate.

Molto interessanti i vasi rituali a figure nere di importazione greca, fra cui la celebre coppa dei Dioscuri, del VI sec. a.C., e altri oggetti votivi rinvenuti nel Santuario dei XIII altari, posto a sud della collina su cui sorgeva l'abitato. Tra i reperti più antichi si segnalano i corredi funebri della necropoli protostorica, con tombe datate tra il X e il VII sec. a.C. cui appartengono i monili e gli strumenti di lavoro femminili, fusi, fusaiole, pesi da telaio e rocchetti, ("Mundus Muliebris") insieme ad altre teste e busti che illustrano i riti praticati nel santuario.

Il Museo archeologico "Lavinium" evidenzia lo stretto legame fra la città di Lavinium e il suo mitico fondatore, Enea. A quest'ultimo, infatti, è dedicata un'intera sezione in cui sono raccolti molti degli oggetti del corredo funebre ritrovati nel c.d. Heroon di Enea, monumento sepolcrale nel quale gli antichi pensavano fosse deposto il mitico personaggio. Oltre al corredo personale, troviamo la spada, le lance e il coltello sacrificale, i numerosi vasi per conservare e bere il vino, i grandi spiedi con gli alari in ferro usati per arrostire la carne nel banchetto rituale ed oggetti curiosi come la grattugia bronzea del VII sec. a.C., utilizzata per "condire" il vino con cacio caprino come voleva la moda greca. Poste al centro della sala le straordinarie porte in tufo del IV sec. a.C. che chiudevano la cella dell'Heroon nell'ultima ricostruzione del monumento.

Il Museo archeologico "Lavinium" ha un allestimento estremamente innovativo in cui convivono multimedialità ed esposizione tradizionale. Ne sono un esempio le "statue parlanti", "Il viaggio" e "La nave", suggestivi esempi di ricostruzioni video e digitali.

Orari d'apertura:
Lunedì 9.00-14.00 solo su prenotazione
Da Martedì a Venerdì 9.00 -14. 00
Sabato e Domenica 10.00 – 13.00 15.00-18.30
La biglietteria chiude 45 minuti prima.

1 MAGGIO CHIUSO

Maggiori informazioni www.comune.pomezia.rm.it